il problema attuale non è più la lotta della democrazia contro il fascismo ma quello del fascismo nella democrazia (G. Galletta)

Amicus Plato, sed magis amica veritas



domenica 29 maggio 2011

Diffondi il verbo... VOTARE!



I referendum del 12- 13 giugno sono boicottati: è un dato di fatto. Chi andrà a votare per i referendum sarà la solita cerchia facebook, gli internauti del giro di mail di “sempre i soliti” che sarà grande sì, ma forse non abbastanza per il quorum.  
Per andare contro questo boicottaggio bisogna scendere ad acchiappare il popolo dei non-internauti, quelli che guardano minzolini ma non lo fanno apposta. Queste persone dove sono? In metropolitana. La proposta è rivolta a colleghi attori cantanti: nei giorni a seguire scendere nelle metropolitane in gruppi di tre quattro o cinque a cantare e diffondere il Verbo: il verbo "votare". Suoniamo, cantiamo o qualsiasi altra cosa, (nei limiti del codice penale, naturalmente) nei bus, nelle terrazze dei caffè, in mezzo alle strada, nelle piazze, per informare e ricordare che ci sarà un referendum vitale.
 Potete stare in un posto o random, prendere il 64 salire, cantare una canzone, ricordare i referendum e poi via, su un altro bus. Così forse riusciremo a raggiungere persone che non sanno o che hanno difficoltà ad informarsi, o che
 hanno le idee confuse . Se chi sa di più comunica con chi sa di meno forse... Io lo farò martedì 24. Chi si vuole aggregare... Flautisti violinisti, attori, bassotubisti, controfagotti sono benvenuti. Più siamo più sarà divertente.
 Facciamolo in ogni paesino, borgata, città, quartiere. Raggiungiamo più gente possibile! Forza! Forza!


10 commenti:

mr.Hyde ha detto...

BELLO BELLO BELLO BELLO!

Ross ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ross ha detto...

L'idea di simili incursioni teatral-musicali è divertente e dovrebbe riuscire a catturare l'attenzione in un buon modo alternativo. Il problema per i mezzi è scegliere il giusto grado di affollamento: se sono troppo vuoti l'esibizione diventa desolante, se sono stracolmi rischia di provocare fastidio invece di una positiva curiosità. Le fermate e le pensiline danno più possibilità, con la musica che potrebbe allietare l'attesa... :)

mr.Hyde ha detto...

Si..si possono magari confrontare i dati della frequenza utenti-orario, ricavarne un grafico, ed attraverso le curve caratterisiche costruite per ciascun tipo di utenza (incazzata o meno), fissare in maniera inequivocabile l'orario, per la incursione "teatral musicale" ....C'e poi un sistema per costruire la gaussiana, ovvero la curva a campana, che raccoglie la media delle variabili ,che consente la individuazione dello scarto quadratico medio degli interventi...Pero' nel frattempo ormai la data Referendum sarà passata da una settimana, e il quorum ce lo siamo giocato. Tanti auguri...Ma chi sei?

Ross ha detto...

Non ti irritare tanto mr.Hyde, guarda che al referendum ci tengo almeno quanto te. Ho fatto questa osservazione perchè mi è capitato di partecipare ad azioni di "guerrilla comunicativa" compiute in contesti simili e ho creduto di dare un consiglio, tutto qui.
Saluti.

mr.Hyde ha detto...

Scusa, pensavo che fossi dalla parte di quelli che stanno seduti e non vogliano ascoltare niente di questi discorsi... Come non detto.. cerchiamo di stare in contatto, senza farci fregare... sperando che ce lo facciano fare, questo referndum!
Un saluto.

Anonimo ha detto...

I offer to your attention a film about six priorities of the generalized instruments of management by countries and people of Earth.
Six Principles of Global Manipulation
Anti-Qur'an Strategy of the Bible Project Wheeler-Dealers

Anonimo ha detto...

Incidete la gente si deve andare a votare!si!

Soffio ha detto...

Non ho mai mancato una votazione e certo non mancherò questa

Marianna ha detto...

io sarò la prima , mi raccomando non soprapponiamo le schede , sono come carta carbone i farabutti le annullerebbero ....SI SI SI SI!!!!!!!
MI RACCOMANDO 4 SI

BEGIN

Share |

Lettori fissi

networkedblogs

DISCLAIMER


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.

Some text or image, in this blog, were obtained via internet and, for that reason, considered of public domain. I have no intention of infringing copyright. In the case, send me an E-mail and I will provide immediately.