il problema attuale non è più la lotta della democrazia contro il fascismo ma quello del fascismo nella democrazia (G. Galletta)

Amicus Plato, sed magis amica veritas



domenica 19 febbraio 2012

KURDISTAN, IL PAESE DEI BIMBI VOLANTI - iniziative a Genova







Mostra fotografica 


Dal 18/02/2012 al 24/02/2012

Chiostro Museo di Sant' Agostino
Piazza Sarzana 35
GENOVA

***


“SE DAI MIEI VERSI STRAPPI LE  ROSE….” 


MUSICA E POESIE DAL KURDISTAN.

Concerto del musicista kurdo

MÜBIN DÜNEN

 24 febbraio 2012 ore 18 presso

 “La Passeggiata - librocaffè” 

 Piazza S.ta Croce 21R (vicino Piazza Sarzano)




A cura dell’Ass. SENZA PAURA ONLUS
patrocini: 
COMUNE DI GENOVA 
ANTROCOM ONLUS






KURDISTAN, IL PAESE DEI BIMBI VOLANTI. 

KURDISTAN: UN PAESE CHE NON ESISTE NELLE CARTE GEOGRAFICHE, ABITATO DA UN POPOLO CHE NON ESISTE UFFICIALMENTE E CHE PARLA UNA LINGUA CHE E’ VIETATO PARLARE. 

UN PAESE DOVE I BIMBI VOLANO TANTO DA ESSERE COLPITI DALLA POLIZIA QUANDO SPARA “IN ARIA”. 

UN PAESE DOVE I BIMBI POSSONO ESSERE ARRESTATI PER AVERE LE MANI SPORCHE DI TERRA, ACCUSATI DI AVER ASSALITO SOLDATI E POLIZIOTTI ED ESSERE IMPRIGIONATI NELLE STESSE PRIGIONI DEGLI ADULTI. 

UN PAESE DOVE SINDACI REGOLARMENTE ELETTI VENGONO ARRESTATI E IMPRIGIONATI PER AVER PARLATO PUBBLICAMENTE NELLA PROPRIA LINGUA MADRE. 

UN PAESE DOVE CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE HANNO DOVUTO ABBANDONARE I PROPRI VILLAGGI PER SFUGGIRE ALLA “GUERRA SPORCA” CHE DA TRENT’ANNI HA PROVOCATO OLTRE 30 MILA MORTI. SONO PROFUGHI “INTERNI” CHE PER QUESTO NON SONO ASSISTITI DA NESSUNA AGENZIA ONU. 

UN POPOLO DIVISO TRA 5 FRONTIERE E SEMPRE MINORANZA CON POCHI DIRITTI IN TUTTI I CINQUE PAESI CHE LI “OSPITANO”. 

UN PAESE E UN POPOLO CHE SEMBRANO NON ESISTERE NEPPURE SUI NOSTRI GIORNALI E NEI NOSTRI TELEGIORNALI, IGNORATI ANCHE QUANDO DICHIARANO DI RINUNCIARE ALL’INDIPENDENZA E ALLA LOTTA ARMATA CHIEDENDO SOLO IL RISPETTO DELLA LORO IDENTITA’ CULTURALE, DEI LORO DIRITTI E DELLA DEMOCRAZIA. 
AVREMMO POTUTO MOSTRARE I VILLAGGI DI MONTAGNA ABBANDONATI, I "BIMBI DI STRADA" DELLE GRANDI CITTA', LE COLONNE DI CAMION PIENI DI SOLDATI, LE AUTOBLINDO CHE PRESIDIANO LE STRADE, I SEGNI DELLE TORTURE, LE VITTIME DEI GAS. 
CONOSCENDO IL CARATTERE DEL POPOLO KURDO ABBIAMO PREFERITO MOSTRARE IL LORO ORGOGLIO, LA LORO DIGNITA', I LORO SGUARDI. 

QUESTA MOSTRA VUOLE ESSERE UN PICCOLO CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA’ AL POPOLO KURDO CON LE IMMAGINI DELL’UNICO GIORNO DI FESTA CHE A LORO E’ CONCESSO, IL NEWROZ, E LE PAROLE DEI LORO POETI. 

VOGLIAMO FAR CONOSCERE L’ESISTENZA DI UN POPOLO CHE SUBISCE DA QUASI UN SECOLO UNA SISTEMATICA VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI E IL TENTATIVO DI CANCELLAZIONE DELLA PROPRIA IDENTITA’. I KURDI, CIRCA 50 MILIONI DI PERSONE DIVISE TRA 5 CONFINI, SONO IL POPOLO PIU’ NUMEROSO AL MONDO AL QUALE E’ NEGATO IL DIRITTO ALL’AUTODETERMINAZIONE. 

Le foto sono state scattate dai partecipanti alla delegazione di osservatori internazionali organizzata dalla RETE ITALIANA DI SOLIDARIETA’ COL POPOLO KURDO che ha presenziato alla celebrazione del Newroz ad Hakkari e Yuksekova nel Kurdistan turco nel marzo 2011. 

Le poesie sono tratte dalla raccolta “Canti d’amore e libertà del Popolo Kurdo” a cura di Anna Villa – Ed. Newton Compton 1993.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok . Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

2 commenti:

Ross ha detto...

Ho avuto occasione di partecipare a un incontro con alcuni membri della Rete di solidarietà col popolo kurdo l'estate scorsa in Val di Susa. E' una storia di lotta che va conosciuta, molto più vicina a noi di quello che si potrebbe pensare.
Bella questa iniziativa di informazione attraverso l'arte, è un peccato essere un po' troppo lontana.

loris ha detto...

per chi volesse approfondire
www.senzapaura.org
http://www.facebook.com/senzapaura.org

l'associazione senzapaura è molto attiva sul tema dei diritti umani particolarmente sensibile ai temi del Kurdistan e della Palestina

BEGIN

Share |

Lettori fissi

networkedblogs

DISCLAIMER


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.

Some text or image, in this blog, were obtained via internet and, for that reason, considered of public domain. I have no intention of infringing copyright. In the case, send me an E-mail and I will provide immediately.