il problema attuale non è più la lotta della democrazia contro il fascismo ma quello del fascismo nella democrazia (G. Galletta)

Amicus Plato, sed magis amica veritas



lunedì 6 febbraio 2012

Dia un posto di lavoro a questi giovani con una casa e uno stipendio e benefit come ha lei,o come ha avuto come prefetto signor ministro e le assicuro che questi giovani non esiteranno a lasciare mamma e papà


“Il centro storico di Genova per la sua stessa configurazione alterna zone bellissime a vicoli dove la sera la situazione dell’ordine pubblico può diventare problematica.Impossibile militarizzalo o sorvegliarlo tutto, occorre un controllo anche sociale e bisognerebbe avere il coraggio di compiere azioni forti come abbattere alcuni palazzi inutilizzati”.

Forse se a Roma uscisse fuori un problema, dei gatti, solo per fare un esempio, la soluzione prospettata potrebbe essere quella dell’abbattere il colosseo? 

Mentre la prima considerazione è reale la seconda è una mia conclusione con una certa logicità conseguente alla prima considerazione. 

Uno dei più belli , pieni di storia e cultura, centri storici del mondo, si sacrificano con coraggio in funzione della sicurezza. Non si cerca di recuperarlo, valorizzarlo e consentire del fatto che possa rendere servizi. Si abbatte e basta. 

L'esternazione "reale" fu raccolta dall’emittente locale Primo Canale, di Genova nel giugno 2008 in una intervista all’allora prefetto di Genova Anna Maria Cancellieri, attuale ministro degli interni. 

Come si vede la signora non è nuova ad uscite poco felici, ma soprattutto, incompatibili al ruolo che esercita. Non dovrebbe quindi stupirci nella sua uscita odierna, anche se l’indignazione e lo sconcerto è cosa non solo inevitabile ma assolutamente dovuta. 

«Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà». 

Risulta quindi pretestuoso, con un presupposto fortemente ideologico, e nel senso più negativo del concetto, ogni accostamento tra presunta flessibilità del lavoro e articolo 18 dello statuto dei lavoratori, considerando che sull’economia del mercato del lavoro l’articolo 18 non interviene non trattando il tema del licenziamento in quanto tale, ma trattando il conseguente reintegro in termini antidiscriminatori e non solo politico o sindacale ma in tutte le forme siano razziali, sessuali, religiose parentali…o altro. 

Risulta oltremodo offensiva la frase , detta in un paese dove la percentuale di disoccupazione giovanile supera il 30% e dove il mercato del lavoro ha subito un processo di precarizzazione senza uguali con conseguente precarizzazione dello stesso welfare sino ad un impoverimento generale e generalizzato del “sistema Paese”. 
Dia un posto di lavoro a questi giovani con una casa e uno stipendio e benefit come ha lei,o come ha avuto come prefetto signor ministro e le assicuro che questi giovani non esiteranno a lasciare mamma e papà per progettare la propria vita. 
Forse avrebbe anche la sorpresa di scoprire che non parlerebbero a vanvera disprezzando i propri datori di lavoro, perché se non lo ricordasse, siamo noi, che manteniamo voi “servitori dello stato” e non gli istituti bancari finanziari o industriali.
Loris


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok . Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

3 commenti:

Francesco Zaffuto ha detto...

Mamma mia dammi cento lire che in America voglio andà. Figlio mio io te le do ma in America no, no, no. Le vecchie madri volevano i figli vicino casa ... ma se diventano ministri non sono più madri e forse neanche vecchie (perché alla vecchiaia sta di obbligo una qualche saggezza)

La Mente Persa ha detto...

Dopo aver conosciuto la buona volontà degli umarells bolognesi si comporta ancora così?

Invito i governanti a spalare la neve per chiarirsi le idee prima di sparare grosso.

nico ha detto...

Non fa una grinza amico mio! Questi non si rendono conto che una riforma del genere implicherebbe tante altre cose e strutture PRIMA...cose che qui in Italia non si otterrebbero mai! Le pretese delle banche prima di tutto. Ah già, ma quelle sono intoccabili! :( Un abbraccio

BEGIN

Share |

Lettori fissi

networkedblogs

DISCLAIMER


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.

Some text or image, in this blog, were obtained via internet and, for that reason, considered of public domain. I have no intention of infringing copyright. In the case, send me an E-mail and I will provide immediately.