il problema attuale non è più la lotta della democrazia contro il fascismo ma quello del fascismo nella democrazia (G. Galletta)

Amicus Plato, sed magis amica veritas



lunedì 12 gennaio 2009

IO RICORDO SABRA E SHATILA

… A volte prima di scrivere e postare una cosa è bene aspettare, fare decantare le emozioni, raccogliere tutti quei pensieri che si riescono ad esprimere normalmente solo con gli insulti e incanalare, la rabbia e l’indignazione in un ragionamento ed esprimere un pensiero che non offra terreno all’ambiguità.
Questa mattina c’è stato qualcuno che ha pensato di darmi il buongiorno segnalandomi le dichiarazioni di Giovanardi (non riesco a mettere la qualifica onorevole) in merito alle manifestazioni di questi giorni a favore della popolazione di Gaza e contro l’aggressione Israeliana.
“Espellere o non rinnovare il permesso di soggiorno a chi in questi giorni manifesta a favore di Hamas o brucia bandiere d'Israele, esprimendo cosi' il proprio razzismo antisemita”.

Ovviamente le risposte sono su due piani, uno politico e uno umanitario.
Giovanardi finge di non ricordare che la lotta del popolo palestinese non inizia con Hamas ma con una organizzazione assolutamente laica l’”ANP”(Autorità Nazionale Palestinese) presieduta da Yasser Arafat . Non vuole ricordare che Arafat fu insignito insieme a Yitzhak Rabin del premio Nobel per la Pace per il lavoro compiuto congiuntamente per il raggiungimento della Pace in medio Oriente. Non vuole ricordare che dopo l’uccisione di Rabin i governi israeliani hanno continuato una campagna delegittimatoria nei confronti di Arafat fino al punto di bombardare in continuazione i luoghi dove presumevano si trovasse Arafat stesso. Non vuole ricordare che da tenace combattente Arafat finchè non fu pressoché alla fine rifiutò di farsi curare all’estero in quanto Israele gli avrebbe impedito di rientrare a Gaza.
La delegittimazione dell’ APN , la negazione di diritti umani, l’appropiazione dei pozzi ha trasformato quella che era un movimento di lotta laico nella disperazione cieca dell’integralismo religioso. Hamas.
Non vorrei fare della fantapolitica (e ciò che sta succedendo oggi nella striscia di Gaza potrebbe avvallare ciò che scrivo) che Hamas non sia solo che una scusa (l’invasione sarebbe stata programmata da tempo) con la finalità di scacciare definitivamente i palestinesi dalla striscia di Gaza e quindi che Hamas faccia di fatto il gioco di Israele. Questo per fare comprendere bene quanto io sia filo-Hamas.
Ultima considerazione politica Hamas è stato eletto in elezioni democratiche nella striscia di Gaza quindi rappresenta a tutti gli effetti il suo popolo (C’è gia Berlusconi che si fa le domande e si da le risposte volendo rapportarsi solo con l’opposizione che approva lui).
Mi sono accorto solo adesso che sino a questo momento non ho menzionato una parola :”Ebrei” o “Stato Ebraico”. Non l’ho fatto per una semplice ragione che non mi è mai passato per la mente mentre facevo il ragionamento precedente che religioni o che razze stavano confrontandosi con i cannoni e i missili.
La risposta sul piano umano ha molti aspetti inquietanti. Uccidere i bambini di un popolo vuol dire negare a questo popolo di avere un futuro. Vuol dire pulizia etnica, è un olocausto è genocidio. Le atrocità che vengono rese pubbliche, di certo non grazie ai media italiani , trovano forse eco nelle stragi dei nativi nordamericani, negli indios dell’ammazzonia, nelle pulizie etniche nei balcani e nelle stragi naziste compiute nell’italia occupata dove veniva applicata la rappresaglia dell’1 a 10, e a volte non era necessaria nemmeno quella. Un conto indegno potrebbe essere la conta delle vittime dei missili di Hamas rispetto ai civili uccisi nella striscia di Gaza, ma questo lo lascio alle persone indegne che credono che dal pareggio dei morti possa esserci giustizia.
Giovanardi, io sto cercando di far fermare questa carneficina e sono ateo. È il suo essere cristiano e cattolico che le permette di preoccuparsi di un eventuale antisemitismo non sentendo neanche un minimo senso di fastidio nel vedere i corpi martoriati di bambini e adulti palestinesi colpiti da una ferocia inaudita? Non è che quello che sta cercando di passare è un razzismo subdolo nei confronti delle comunità del nord africa e del medioriente tanto per continuare a cavalcare la tigre della paura di ciò che è diverso da noi?
Rileggendo le sue dichiarazioni
“Ma gli italiani - sottolinea Giovanardi - stanno assistendo attoniti n questi giorni a manifestazioni e cortei nelle nostre citta' di immigrati extracomunitari di fede islamica, schierati totalmente dalla parte di Hamas e dell'estremismo piu' fanatico, con tanto di rogo di bandiere israeliane e slogan razzisti e antisemiti. Per questi signori non ci deve essere spazio in Italia….”
Mi sembra che una nuova crociata stia per partire: anche i soggetti sono gli stessi e i crociati non si sono certo risparmiati in fatto di crudeltà in nome di santa romana chiesa.

ps. Il titolo è in ricordo del massacro nei due campi profughi palestinesi dove il mix militare religioso produsse la carneficina. Sharon (ministro della difesa israeliana) acconsentì a quel tempo a fare finta di niente, di fatto rendendosi complice facendo sigillare i campi palestinesi in Libano consentendo ai cristiano-maroniti di accedere nei campi il 16 settembre 1982 per uscirne due giorni dopo causando un numero imprecisato di morti tra i profughi palestinesi. Le cifre parlano tra le diverse centinaia e i 3500.

15 commenti:

andreacamporese ha detto...

Sono fondamentalmente d'accordo con te, per la solita logica per cui, a conti fatti, i terroristi fanno sempre il gioco del nemico che vorrebbero sconfiggere.
L'unica lotta armata che accetto, non essendo pacifista ad oltranza, è quella dei liberi cittadini che difendono il loro territorio dall'occupazione illegale... i nostri Partigiani non erano terroristi, anche se purtroppo alcuni di loro approfittavano della situazione... il popolo iracheno non è terrorista, quando combatte contro l'invasione illegale degli Stati Uniti... così il popolo palestinese non è terrorista, quando si confronta contro un esercito di occupazione.
Purtroppo, come spesso accade, colpe ce ne sono su ambo i fronti, e non è che i "partigiani" (nel senso largo del termine, non solo i nostri), siano degli stinchi di santo.
Detto questo, è fin fin troppo facile per determinate persone, mediocri e prive di quel mordente che talvolta ti fa rispondere con garbo ma a denti stretti in faccia al tuo capo, se senti di essere apposto con la tua coscienza, dicevo, è fin tropo facile per queste persone genuflesse al potere, convinte di essere dalla parte del giusto e del Bene, esprimere giusdizi che tanto non troveranno mai un contradditorio, non troveranno mai un confronto o una smentita. Perchè agli occhi di determinate persone, il mondo finisce nelle quattro regole imparate a memoria.
Come sempre, da che mondo è mondo, il diverso non fa parte di queste regole.
Saluti

il Russo ha detto...

Tu Loris provi a fare un ragionamento politica mettendo poi nel piatto anche un discorso di etica cristiana al sig. Giovanardi.
Premesso che parlare di politica con Giovanardi e come parlare di carne ad un vegetariano, stiamo qua a chiamare in causa la di lui cristianità quando si è adoperato al fatto che nel proprio collegio elettorale ci fosse un CPT diretto dal suo cristianissimo fratello? Stiamo qua a chiamare in causa la cristianità di uno che ha fatto una legge monnezza che equipara un coatto di periferia che si fa uno spinello a chi si imbottisce di cocaina spendendo fior fior di soldi? Mi fermo qua per carità di patria, ma molti si ricorderanno pure le sue sparate proibizioniste pure sulla libertà di pensiero a proposito delle droghe leggere.
Questi signori manco sanno cos'è il cristianesimo e spesso sposano il cattolicesimo quando c'è da andare a frugare nelle mutande altrui, ma sulla loro umanità ho fortissime riserve.
Quindi iniziamo a prendere le intolleranti idiozie sparate dai Giovanardi per quello che sono, quando avremo una classe politica composta da persone come si deve potremo anche iniziare a prendere seriamente le loro uscite...

il monticiano ha detto...

Ma come si fa, dico io, soltanto a sentirlo parlare quel tal come si chiama? giovan...?
Quando sto guardando e sentendo il tg3, appena comincio ad intravederlo spengo il tv e mi dileguo in altri luoghi più ameni.

NADIA ha detto...

HOla!!
Sono d'accordo con te loris, ma vorrei ricordare anche che la Convenzione di Ginevra del 1980 VIETA l'uso di armi chimiche sulla popolazione, era un particolare da aggiungere!!
Strano modo hanno i timorati di DIO per aiutare l'umanità, forse le persone atee come noi sono molto più cristiane!!
hasta siempre!!!

articolo21 ha detto...

Giovanardi è incommentabile per principio.

Alessandro Tauro ha detto...

Splendido post Loris! Lo hai anche reso inattaccabile da un punto di vista strumentale, chiarendo ogni passo punto per punto.
E aggiungo, se si ritiene che la vittoria democratica di un movimento che personalmente mi fa anche terrore come quello di Hamas non sia legittima, mi chiedo secondo quali principi si è accettato allora il governo di Sharon in Israele e il suo stramaledettissimo muro, dal momento che lui è internazionalmente riconosciuto (non dai tribunali israeliani però, come è naturale che sia) come il responabile "de facto" proprio del massacro di Sabra e Chatila.

l'incarcerato ha detto...

Sarebbe curioso vedere in quale terra li rispediranno, quelli che gli vorrebbe togliere il permesso di soggiorno, visto che, ahimè, la Palestina non è uno Stato.

Dove li vorrebbe mandare, a Gaza?

Ha ragione Articolo 21, Giovanardi è incommentabile...

il Russo ha detto...

La risposta migliore comunque è sull'amaca di Serra odierna, se non l'hai ancora fato vacci a dare un'occhiata e fatti due crasse risate alla faccia del giovanardi...

Marte ha detto...

Giusto per rinfrescare la memoria.
http://it.peacereporter.net/articolo/13531/La+road+map+della+guerra

Luz ha detto...

Ma secondo te i politici come Giovanardi (ahimé quasi tutti) dicono cazzate consapevolmente oppure sono così allenati a dirle che quasi quasi ci credono?

il Russo ha detto...

La seconda che hai detto Luz...

il Russo ha detto...

p.s. Che magra, avevi ragione tu! Ora sei regolarmente nella mia blogroll, mi cospargo il capo di cenere...

Gap ha detto...

Come già detto una volta, non avrei saputo fare di meglio e non ho commenti da fare.

loris ha detto...

...Grazie a voi per il livello dei commenti.Sicuramente aiuta molti a conoscere meglio questa triste vicenda che si riassume sotto "il problema palestinese". e quelle che sono state le implicazioni con la politica italiana

Gatta bastarda ha detto...

la nuova crociata è già partita! piuttosto è l'ora di fermarla!

BEGIN

Share |

Lettori fissi

networkedblogs

DISCLAIMER


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.

Some text or image, in this blog, were obtained via internet and, for that reason, considered of public domain. I have no intention of infringing copyright. In the case, send me an E-mail and I will provide immediately.