il problema attuale non è più la lotta della democrazia contro il fascismo ma quello del fascismo nella democrazia (G. Galletta)

Amicus Plato, sed magis amica veritas



sabato 6 giugno 2009

AL VOTO


E’ uno dei post più difficili che affronto perché non farò una dichiarazione di voto ma una per il voto.
E’ stata un brutta campagna elettorale dove a sinistra ha avuto maggior successo marcare le differenze che gli eventuali punti di incontro. La capacità di usare le differenze per crescere insieme non è stato minimamente utilizzato lasciandoci sostanzialmente ai blocchi di partenza rispettto a qualsiasi processo realmente unitario.
Come ho già scritto in precedenza lo stare insieme non è dogmatico e non c’è da scandalizzarsi se gruppi anche se consolidati arrivano tramite un chiarimento interno alla decisione di dividersi ma intelligenza vuole che nel momento della necessità tutti comprendessero quale deve essere il comune obbiettivo.
Nel momento dell’emergenza democratica il ritrovare un fronte comune che possa andare anche al di la della propria appartenenza vuol dire raccogliere quel consenso che è fondamentale non soltanto per governare un paese ma anche per garantire una opposizione in grado di tutelare i blocchi sociali di riferimento.
Avendo ignorato scientemente le esortazioni che provenivano da diverse direzioni del popolo della sinistra per una lista unica unitaria della sinistra credo che rispetto ad un insuccesso elettorale un intero gruppo dirigente debba essere messo assolutamente in discussione.
Anche se questo periodo non ha sicuramente favorito il confronto a sinistra dall’8 credo che sarà fondamentale proprio ripartire da quella esortazione uscita a Firenze il 7 marzo per riaprire un dialogo fra tutte le componenti.
Per le ragioni espresse non indicherò chi votare ma invito tutti ad andare a votare e far parte di quella parte di italiani che oggi per le ragioni che sono davanti agli occhi di tutti si vogliono schierare dalla parte della Legalità della Giustizia e della Democrazia contro un centro-destra degli impuniti oscurantista e di casta.



24 commenti:

Fiordaliso ha detto...

Caro Loris sono abbastanza daccordo con te anche se io sono chiaramente schierata con Sinistra e Libertà. Il problema del tuo appello è che, dalle tue ultime righe, potrebbe sembrare che tu suggerisca di andare a votare Di Pietro e allora penso che, forse, c'è un problema.

loris ha detto...

@Fiordaliso, forse che Legalità, Giustizia,Democrazia non sono patrimonio della Sinistra? E poi, a proposito di chiarezza non è forse proprio dalle tue parti (Montecchio) dove il sindaco uscente di centrosinistra si presenta come sindaco per il centrodestra e con salto mortale carpiato con doppio avvitamento è candidato in un collegio della provincia per Sinistra e Libertà?
Si su questo ti do ragione, qualche problema c'è e sarà da risolvere da dopo l'8 giugno.

Fiordaliso ha detto...

Ho detto che c'è un problema proprio per questo: parole come Giustizia e Legalità sono diventate patrimonio solo di alcuni e mi dispiace. La cosa che mi preoccupa comunque non è Di Pietro o gli altri partiti della sinistra ma è non riuscire a vedere la strada, non riuscire a capire perchè persone come te non sono dalla mia stessa parte anzi perchè non stiamo tutti insieme.
Per quanto riguarda Montecchio che è un piccolo comune di poco più di 1500 anime, a quanto mi risulta, le cose sono un po' più complicate di come vengono presentate. Nei paesi piccoli ci sono le questioni personali e meccanismi strani che non possono essere misurati con gli stessi parametri. La lista con cui si presenta alle comunali il tizio che mi dicono essere anche una persona in gamba,comunque, una lista civica. Nel mio paese di origine, Acquasparta, pur essendo un comune discretamente più grande di Montecchio ci sono ben 5 liste più o meno civiche e ti assicuro che di anomalie come quelle di Montecchio se ne vedono tante. Perchè dobbiamo usare queste cose per darci contro da soli...non lo capisco.

pia ha detto...

Andare al voto è senz'altro da farsi.
Poi, come insegna Scalfari, al di là del malloppo percentuale che si beccherà il centrodestra ammaliatore, i risultati andranno interpretati, per capire quanta Italia c'è che dissente.

Rouge ha detto...

Andrò a votare, certo di buttare via un voto, ma se non altro servirà a dire no ad altri schieramenti, più forti, e magari ad indicare una direzione.
Sono deluso dalla mancata scelta unitaria a sinistra e ancora più deluso da una campagna elettorale da parte di alcuni volta unicamente a togliere voti non all'avversario naturale, la destra, ma a chi fino a ieri faceva parte della stessa componente.
Insomma andrò a votare più per un ideale che per chi oggi lo rappresenta. Peccato che sulla scheda non si possa esprimere questo concetto.

il monticiano ha detto...

Cari Loris, Fiordaliso,pia e Rouge affinchè serva di sprone anche se conclamato da un vecchio come me, vi esorto ad andare a votare perchè il giorno delle elezioni, l'ho già detto e ridetto, per me è come una festa se non meglio. Mi fa sentire un cittadino di questo strano paese che è il nostro, che esercita un diritto-dovere costato molto caro a chi ha lottato per averlo.
Tanto per chiarire eventuali dubbi io voterò Rifondazione e indicherò tre preferenze: Oliviero Diliberto, Raniero La Valle e Rosa Rinaldi. Domani, perchè oggi ho ancora un po' di temperatura.
Un abbraccio a tutti.

loris ha detto...

@Fiordaliso, io rispetto agli obbiettivi posti all'Ambra Jovinelli non sono minimamente cambiato. Domandati dunque cosa è mutato in questi mesi perchè sono finiti i tempi del "scurdammoce u passato".Comunque le coerenze sono scelte che si pagano a caro prezzo. C'è chi questo prezzo non è disposto a pagarlo. La vicenda di Montecchio è appunto un problema di coerenze come di coerenze si deve parlare in liguria dove c'è chi si è alleato con chi sostiene le infrastrutture che devastano salute e socialità e contemporaneamente è alleato con chi queste opere le contrasta per non dover subire un trasferimento coatto. Ma non voglio essere polemico,non era questo lo spirito del post, anche se di rospi ne ho diversi. Credo che l'8 dovrebbe essere il momento per una riflessione collettiva, ma dubito che anche in caso di sconfitta qualcuno pensi di rimettersi in discusione.

Fiordaliso ha detto...

Caro Loris fatico sinceramente a stare dietro ai tuoi ragionamenti...anche io sono ancora quella dell'Ambra Jovinelli anche se nel frattempo ho portato avanti un percorso che mi ha portato fin qui. Credo che la vicenda di Montecchio non possa essere portata ad esempio di niente e soprattutto non può essere usata per dire che allora quello che è stato costruito fa tutto schifo. Credo che non esistano i puri e credo che c'è bisogno di tutti.
Caro Aldo anche per me il giorno delle elezioni è una festa e andrò a votare con entusiasmo. Per una volta non voterò Rifondazione voterò Sinistra e Libertà ma spero che serva per guardare avanti! E alle Comunali, permettetemelo, FORZA SIMONE(sono di parte, vive sotto il mio stesso tetto!)!

loris ha detto...

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Costruite...anzi fate costruire alle vostre segreterie i cartelli elettorali perchè ad oggi è l'unica cosa che concretamente si vede. In compenso, visto che le cose scritte non sono mendaci vai a rileggere i miei post del 23 novembre, dell'11 e del 14 dicembre.

Fiordaliso ha detto...

Lo so come la pensi ma io non posso non considerare come l'ho vissuta io e io ti assicuro che questa campagna elettorale mi è stata molto utile per incontrare tante persone di sinistra,comunisti, socialisti, verdi, ambientalisti, interne ai partiti o no che stanno cercando quello che stai cercando tu. Non so se Sinistra e Libertà avrà un futuro ma sicuramente queste persone saranno con me dopo le elezioni e questo mi sembra già un risultato. D'altra parte non sarei potuta rimanere in un partito che mi propone di votare Diliberto alle Europee... Da qualche parte bisogna pur partire...
Buona notte e speriamo che tutta la sinistra esca dalle urne più forte perchè credo che quello che c'è in ballo sia molto importante.

loris ha detto...

Saranno le urne a dire se il cartello elettorale è credibile o no.

Audrey ha detto...

Mi spiace constatare che proprio la dialettica dei commenti a questo post va a dimostrare pragmaticamente ciò che il post dichiara.
E lo dico con amarezza empirica non come provocazione.
Era il gennaio del 2008 e scrivevo un post (per un blog non mio che poi ho abbandonato) intitolato:
Era il 1920 e Lenin scriveva:
“I comunisti di sinistra dicono un gran bene di noi bolscevichi. A volte vien voglia di esclamare: lodateci di meno, e cercate di capire meglio la tattica dei bolscevichi, studiatela di più!”.
Vengono in mente questa parole, leggendo l’articolo che troneggia oggi nella prima pagina del quotidiano di Rifondazione “Liberazione”, intitolato “Giordano: unità subito con chi è disponibile. Basta rinvii.

Della serie...Nulla cambia sotto il sole della sinistra. Ahimè.

Ps Ho votato Sinistra e Libertà per la semplice ragione che lì almeno un po' di aria di rinnovamento si respirava... Più che aria un refolo ma meglio del perpetuarsi eterno di certi nomi in Rifondazione.

loris ha detto...

Ti do assolutamente ragione Audrey,la necessità di rimarcare,e a volte anche con arroganza differenze, è un male che a sinistra è endemico. Se era sopportabile nel momento in cui dietro c'era un grande partito di massa, oggi è assolutamente sinonimo di mancanza di maturità nella gestione di processi politici e di rappresentare istanze di milioni di lavoratori.
Il post come hai ben compreso non voleva essere la passerella per dire che tizio era più bravo di caio per cui magari era meglio votare pippiricchio.
Resto ancorato all'obbiettivo di una sinistra ampia, plurale, condivisa e partecipata. Quando serve per difendere queste impostazioni bisogna sapersi anche mettere di traverso. Mi stupisco delle dichiarazioni di Giordano, appena potrò le verificherò, perchè sarebbero l'opposto di quanto detto a Genova da lui il 24 Novembre e ribadito con un certo grado di spocchia il 13 all'Ambra Jovinelli a Roma.
Forse ci sono problemi occupazionali, ma se devo difendere dei posti di lavoro vado a difendere quelli dei lavoratori delle aziende metalmeccaniche, dei tessili, dei siderurgici e soprattutto i milioni di precari e non di chi in questi anni ha comunque permesso che tutto questo succedesse.
Invito tutti ad andare a rileggere i post che ho consigliato a Fiordaliso e anche gli altri che fanno da contorno a quella vicenda politica.

l'incarcerato ha detto...

Non capisco perchè votare sinistra e libertà che sono i primi a dimostrare la non unità visto che appartengono a tre gruppi parlamentari europei diversi e che molto probabilmente voteranno pure in maniera diversa.

La lista di rifondazione e comunisti italiani almeno appartengono alla Sinistra Europea.

ps Fiordaliso, a proposito io ultimamente sto parlando molto della tua regione. E se dobbiamo parlare di legalità, lì le amministrazioni di centro sinistra hanno dei gravi problemi...

loris ha detto...

SONO CONTENTO CHE TRA QUALCHE ORA FORSE LE RAGAZZE PON-PON NON SERVIRANNO PIU' E PER CHI VORRA' CI SARANNO FORSE I TERMINI PER POTER TORNARE A PARLARE DI POLITICA.

Fiordaliso ha detto...

@l'incarcerato: hai ragione il centro sinistra in umbria ha avuto e ha i suoi problemi di legalità e non solo e, soprattutto, anche qui come altrove, il PD è in crisi nera ed è stato molto difficile arrivare a formare le coalizioni per queste amministrative.
C'è da dire che in Umbria il centro sinistra governa "unito" regione, provincie e praticamente quasi tutti i comuni e nessuno dei partiti che fa parte della coalizione può dirsi fuori da certe logiche e certi sistemi di gestione del potere... allora forse non sarei dovuta andare a votare o forse, addirittura, avrei dovuto dare, come avranno fatto in molti, un voto di protesta alla destra... Siccome non credo che così si risolvano i problemi dell'amministrazione del territorio ho votato cercando di trovare un equilibrio tra la speranza di qualcosa di nuovo e la continuità con una politica che, malgrado gli errori, mi rende ancora orgogliosa di vivere nel cuore rosso d'Italia. Vi abbraccio e spero sinceramente che le nostre strade si possano ricongiungere.

loris ha detto...

vorrei precisare che quelle "ragazze pon-pon" sono asessuate è un apprezzamento valido per ambedue i sessi e soprattutto schieramenti.

non sia mai che vengo accusato di sessuofobia....anche se il livello della discussione mi ha prodotto complessivamente un'orchite acuta.

elena ha detto...

Certo che sono andata a votare... con le stampelle, traballando, ma non ho mai pensato di mancare. E ho votato orgogliosamente la mia brava lista comunista.
Perché poi siamo tutti d'accordo sulla necessità dell'unità della sinistra - soprattutto in questo momento storico - ma non vorrei essere troppo acida nel ricordare il flop dell'Arcobaleno... eppure lì mancavano solo gli irriducibili del PCML, del PdAC o poco più. Ma non s'è passato lo sbarramento, se non ricordo male, perché molti, troppi elettori si son fatti venire il mal di pancia. Forse che a me piaceva? No, avrei avuto almeno una dozzina di migliorie da proporre (a cominciare dal simbolo), ma ho fatto gioco di squadra. Che però ai duri e puri non è piaciuto. Non hanno votato, come qualcuno ha proposto anche in questi giorni.
E per quel che riguarda le polemiche all'interno della sinistra, scusate ma stasera me ne astengo. Potrei vuotare il sacco anch'io, ma che volete... io sono una cretina che stasera e domani tiferà per entrambe le formazioni (ovvio, sono umana: un po' di più per la mia...) e semmai le litigate le riprendo dopo. Ma la strada per stare insieme evidentemente è molto, molto lunga...
ciao, suerte.

Audrey ha detto...

gli exit poll (a quanto pare) danno torto a tutti i convitati.
Che ci sia di lezione.
Notte

l'incarcerato ha detto...

Audry, io non mi faccio dare lezioni dalla massa addomesticata...

loris ha detto...

Pessimo vizio l'arroganza, in special modo se proviene da sinistra. Ancor di più se viene dopo una sconfitta in cui l'arroganza l'ha fatta da padrona.

elena ha detto...

Un antico detto recita: "la prima gallina che canta ha fatto l'uovo".
Siccome non sono nemmeno abbastanza furba (o dotata) per fare l'uovo, Loris ti spiacerebbe spiegare il tuo ultimo commento, quello che parla di arroganza?
Perché non ho capito a chi ti riferisci - quindi, nel caso fossi coinvolta, avvertimi così magari ti rispondo anche... :)

loris ha detto...

assolutamente no Elena non era rivolto a te ma a chi continua anche nella sconfitta a pensare di essere l'unico dalla parte della ragione.
Soprattutto da comunista permettersi anche il lusso di disprezzare "la massa".
Ho in un qualche modo imparato a conoscerti e credo che il tuo approccio alle cose della politica sia assolutamente corretto, anche nella diversità magari di opinione ma sempre assolutamente corretto.

elena ha detto...

acciderba, è un vero peccato!!! Oggi avevo proprio voglia di litigare... :)
penso che mi stimi troppo, ma stasera va bene anche quello. poi da domani mi ricarico - spero - e riparto a... spaccare! :D

BEGIN

Share |

Lettori fissi

networkedblogs

DISCLAIMER


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.

Some text or image, in this blog, were obtained via internet and, for that reason, considered of public domain. I have no intention of infringing copyright. In the case, send me an E-mail and I will provide immediately.